www.associazionefamiliarivittimeheysel.it
N E W S  ASSOCIAZIONE  8.06.2021
   Comunicati     Stampa e Web     Documentario     Interviste     La Petizione     Bibliografia   
 


 

 

L'INIZIATIVA - Le regole presentate dagli studenti in occasione del ricordo della tragedia allo stadio Heysel, costata la vita a 39 persone.

Il decalogo dello "sportifo" negli impianti cittadini

A Codogno è arrivato anche il presidente dell'associazione dei familiari delle vittime, che all'epoca dei fatti aveva 3 anni e perse il padre.

Da Arezzo a Codogno per commemorare le vittime dell'Heysel, la strage avvenuta il 29 maggio 1985 allo stadio di Bruxelles, prima dell'inizio della finale di Coppa dei Campioni tra Juventus e Liverpool, che costò la vita a 39 persone di cui 32 italiane. Tra le vittime c'era anche il papà di Andrea Lorentini, aretino, presidente dell'Associazione fra i familiari delle vittime dell'Heysel, che domenica non ha voluto mancare all'appuntamento con il sindaco Francesco Passerini e gli studenti delle scuole medie di Codogno, protagonisti del progetto di educazione civica realizzato con il Comune e l'istituto comprensivo per diffondere nei più giovani una cultura dello sport sano, inclusivo, non violento. All'epoca del tragico incidente in cui perse la vita il padre, Lorentini aveva appena tre anni. E diventato grande ha fatto del dovere della memoria un impegno di vita, rifondando l'associazione voluta dal nonno e tenendo vivo il ricordo. "I ragazzi hanno portato i loro lavori e il decalogo dello "sportifo" che hanno realizzato in questi mesi e adotteremo in tutti gli impianti sportivi della nostra città, dieci regole che rendono lo sport più bello e il tifo migliore spiega il sindaco Francesco Passerini. Il vero spirito dello sport è unione, comunità, voglia di superarsi sempre nel rispetto della legalità, e questa iniziativa è sola la prima di un percorso che va a qualificare, a valorizzare i ragazzi, perché sono loro, le future generazioni, ad avere il compito di portare avanti questo messaggio". Ad accompagnarli domenica c'era la professoressa di educazione fisica Vittorina Marusich. La. Go.

8 giugno 2021

Fonte: Il Cittadino di Lodi
 
 

 
 

Calcio: Lorentini, "Heysel? non sono sorpreso, dimenticati da 36 anni"

Roma, 31 mag. (Adnkronos) - "Quello che è accaduto lo scorso 29 maggio è quello che accade frequentemente da 36 anni, ci hanno dimenticato. Credo si commenti da solo anche perché lo stesso Boniek che è Vice presidente dell'Uefa quel giorno era in campo". Lo ha detto Andrea Lorentini, presidente dell'Associazione Familiari Vittime Heysel, all'Adnkronos, in merito all'anniversario della Strage dell'Heysel, in cui persero la vita 39 persone tra i quali anche il padre dello stesso Lorentini, non commemorato dalla Uefa lo scorso 29 maggio in occasione della finale di Champions League tra Manchester City e Chelsea. "Non va dimenticato che la Uefa, nel processo sull'Heysel, è stata condannata grazie all'azione dell'Associazione Familiari Vittime Heysel allora presieduta da mio nonno - prosegue Lorentini - Quella sentenza ha fatto giurisprudenza perché da quel momento la Uefa viene ritenuta responsabile anche oggettivamente di quello che accade durante eventi da loro organizzati, eppure se ne parla molto poco". Il presidente non è apparso affatto sorpreso della noncuranza istituzionale: "si stupisce di più chi lo vive da fuori, ma noi dopo 36 anni siamo abituati perché dalle istituzioni calcistiche non c'è mai stata la dovuta attenzione e la voglia di creare una memoria collettiva", conclude.

31 maggio 2021

Fonte: Adnkronos


 

 

36° Anniversario Strage Stadio Heysel Bruxelles

Comunicato Associazione Familiari Vittime Heysel

29 maggio 1985 - 29 maggio 2021 - "La memoria va difesa e allenata. Senza retorica per non farne un feticcio. Ricordare i nostri cari promuovendo progetti di educazione civico-sportiva rivolti alle nuove generazioni. Solo così possiamo dare un senso al sacrificio dei nostri familiari. Continueremo con sempre più forza e determinazione a portare avanti il nostro impegno civico in questa direzione".

Andrea Lorentini (Presidente Associazione Familiari Vittime Heysel)

29 maggio 2021

Fonte: Associazionefamiliarivittimeheysel.it

 


 


www.associazionefamiliarivittimeheysel.it  Domenico Laudadio  ©  Copyrights 2015  (All rights reserved)