www.associazionefamiliarivittimeheysel.it
LUOGHI in Memoria HEYSEL
    NEWS    Lo Stadio Heysel    Monumenti    Opere d'Arte    Comitato Reggio E.    Cerimonie  
 

Luoghi in Memoria delle Vittime dell'Heysel

PIAZZE e PIAZZALI

Comune di AREZZO  

Comune di CODOGNO (LO)  

Comune di PESARO  

Comune di TORINO  

 

PARCHI e GIARDINI

Comune di Grugliasco (TO)  

Comune di Portomaggiore (FE)  

Comune di Savigliano (TO)  

 

VIE

Comune di Camerano (AN)

Comune di Eboli (SA)

Comune di Rutigliano (BA) 

 

TARGHE

Stadio "Roi Badouin", BRUXELLES  

Sede Juventus Football Club, TORINO 

"Anfield Road" Museum and Stadium, LIVERPOOL 

Stadio Comunale "Città di AREZZO" 

Stadio Comunale "Città di Meda" (MI) 

Stadio "Giovanni Palatucci", Noto (SR) 

Monumento "Per non dimenticare Heysel", REGGIO EMILIA 

Campo Sportivo Comunale "Mons. Gallucci", BENEVENTO 

Juventus Club "Valle dei Templi", AGRIGENTO 

 

 Altri Luoghi dedicati alle Vittime

PARCHI, PIAZZE e VIE - STADI e CENTRI SPORTIVI - TARGHE COMUNALI

Stadio "Roi Badouin", BRUXELLES

Una criptica targa commemorativa ricorda la tragedia del 1985 in prossimità del luogo dove sorgeva nel vecchio impianto sportivo il muretto semi crollato della curva Z. Sul marmo sono tracciate 39 tacche sul bordo superiore e inferiore a simbolo delle 39 vittime ed è impressa la scritta "in memoriam" sopra la data 29.05.1985 della strage. 

Il 29 maggio 2005, per volontà del comune di Bruxelles, in occasione del ventennale della tragedia è stata scoperta sul muro esterno del nuovo stadio "Re Baldovino" una grande lapide con i nomi delle 39 vittime in ordine alfabetico.

Fonte: Saladellamemoriaheysel.it 

Sede Juventus Football Club, TORINO

Il 12 aprile 2005 alle 16,30 nel giardino privato della sede della Juventus in corso Galileo Ferraris i vertici della società bianconera incontrarono quelli del Liverpool per lanciare un messaggio di amicizia e fratellanza tra le due squadre che a vent’anni da Bruxelles si riaffrontavano in un doppio incontro per disputare i quarti di finale della Champions League. Alla cerimonia partecipò anche Otello Lorentini, fondatore ed ex presidente dell'Associazione dei familiari delle vittime, di fatto sciolta al termine del Processo di cassazione nel 1991. La targa, gemella di quella custodita presso il Museo del Liverpool in Anfield Road, venne posizionata sul terreno accanto alla stele monumentale di Dante Grassi con l’epitaffio di Giovanni Arpino.

Fonte: Saladellamemoriaheysel.it 

"Anfield Road" Museum and Stadium, LIVERPOOL

Il Liverpool ha voluto ricordare la tragedia delle 39 vittime di Bruxelles, innescata il 29 maggio 1985 dalla infame aggressione dei propri tifosi a spettatori pacifici e inermi nel settore Z dello stadio Heysel, con tre targhe marmoree in "Anfield Road". Due sono custodite all'interno del Museo della squadra (in alto). La terza è posta sul muro perimetrale esterno dello Stadio, inaugurata in occasione del 25° Anniversario della strage durante una solenne cerimonia alla quale hanno partecipato i calciatori Brio e Neal in rappresentanza delle proprie squadre, Juventus e Liverpool, in campo durante la tragica finale di Coppa dei Campioni (in basso).

Fonte: Saladellamemoriaheysel.it 

Stadio Comunale "Città di AREZZO"

Dal 19 Maggio 2007 il piazzale antistante lo stadio comunale di Arezzo è intitolato a Roberto Lorentini, medaglia d’argento al valor civile all’Heysel (In un primo momento salvo, poi morto schiacciato durante una nuova carica degli hooligans nel tentativo di soccorrere un bambino, secondo alcune testimonianze ufficiose proprio la vittima più giovane Andrea Casùla, gravemente ferito sugli spalti). A pochi metri dal cartello stradale, sulla recinzione esterna dell'impianto sportivo è ben visibile una lapide commemorativa dedicata alle 39 vittime di Bruxelles.

Fonte: Saladellamemoriaheysel.it 

Stadio Comunale "Città di Meda (MI)"

Martedì 22 maggio 2007 lo Juventus Club Meda, in occasione del suo primo quadrangolare calcistico in memoria, presso la tribuna dello stadio comunale "Città di Meda" ha inaugurato una lapide in ricordo delle 39 vittime dello stadio Heysel. Il campo sportivo ospita da allora ogni anno il torneo amatoriale di calcio "29 Maggio 1985, alla Memoria" devolvendo i proventi per beneficenza.

Fonte: Saladellamemoriaheysel.it 

Stadio "Giovanni Palatucci", Noto (SR)

Questa lapide è affissa in Via Fabrizi, sul muro perimetrale dell'impianto sportivo della città di Noto, in provincia di Siracusa. Il campo sportivo è stato inaugurato il 29 maggio 2010 per il 25° anniversario della strage dello stadio Heysel.

Fonte: Saladellamemoriaheysel.it 

Comune di AREZZO

Dal 19 Maggio 2007 il piazzale antistante lo stadio comunale di Arezzo è intitolato a Roberto Lorentini, medaglia d’argento al valor civile all’Heysel (In un primo momento salvo, poi morto schiacciato durante una nuova carica degli hooligans nel tentativo di soccorrere un bambino, secondo alcune testimonianze ufficiose proprio la vittima più giovane Andrea Casùla, gravemente ferito sugli spalti). Alla solenne cerimonia partecipa il Presidente della Juventus Giovanni Cobolli Gigli.

In data 27 ottobre 2007, invece, si è tenuta la cerimonia di intitolazione del piazzale del Palazzetto dello Sport di Caselle a Giuseppina Conti, l'altra vittima aretina dell'Heysel. Vi partecipa anche il pallone d'oro, campione del mondo azzurro e centravanti della Juventus, Paolo Rossi.

Fonte: Saladellamemoriaheysel.it 

Comune di Eboli (SA)

Per il 20° anniversario della strage nel 2005, Eboli, comune in provincia di Salerno, ha intitolato una strada ai 39 tifosi vittime della bieca violenza a Bruxelles. In zona tradizionalmente ogni sabato mattina si svolge un mercato rionale.

Fonte: Saladellamemoriaheysel.it 

Comune di Rutigliano (BA)

Il comune di Rutigliano, in provincia di Bari, per primo in Italia ha voluto intitolare già all'indomani della tragedia di Bruxelles una strada alle vittime dell'Heysel. Nello stesso luogo davanti al cippo commemorativo inaugurato il 29.05.2010 si svolge ad ogni anniversario una commemorazione ufficiale dei caduti officiata dallo Juventus Club "Giampiero Boniperti". (Grazie a Dioguardi Fotografia )

Fonte: Saladellamemoriaheysel.it 

Comune di PESARO

A trent'anni dalla strage, il 28 marzo 2015 Pesaro ha dedicato un piazzale ed un cippo commemorativo alle vittime dello stadio Heysel. Alla inaugurazione davanti ad alcuni testimoni del drammatico evento, il sindaco Matteo Ricci, promotore dell’iniziativa e acceso tifoso bianconero, ha motivato la scelta operata dal Consiglio Comunale dicendo di voler lanciare pubblicamente un messaggio da parte di chi disprezza la violenza e ama lo sport sano.

Fonte: Saladellamemoriaheysel.it 

Comune di Savigliano (TO)

Giovedì 7 febbraio 2013, alla presenza delle autorità locali, di Gianluca Pessotto e di Antonio Comi, in rappresentanza dei propri Football Clubs Juventus e Torino, viene intitolato nel comune di Savigliano in via Carlo Alberto dalla Chiesa un giardino pubblico in ricordo delle vittime di Superga e dei caduti dell'Heysel. Prende il nome di "Parco della Concordia", con il fine di unire nella memoria e nel dolore le due tifoserie torinesi normalmente divise dai colori e dalla rivalità storica del tifo.

Fonte: Saladellamemoriaheysel.it 

Targa Monumento "Per non dimenticare Heysel", REGGIO EMILIA

Giovanni Rossetti, consigliere dello Juventus Club "Gaetano Scirea" di Bologna e membro del Comitato "Per non dimenticare Heysel" di Reggio Emilia ha ispirato nella primavera del 2015 con un suo struggente pensiero la posa di questa targa ricordo ai piedi del monumento nel Parco Mirabello.

Fonte: Saladellamemoriaheysel.it 

Campo Sportivo "Mons. Gallucci", BENEVENTO

Lo Juventus Club Doc di Benevento intitolato a Gaetano Scirea, in occasione del trentennale della tragedia dello stadio Heysel di Bruxelles, scopre alla presenza di autorità civili, sportive e religiose, una targa commemorativa. La scelta del "Gallucci", sede di una delle scuole calcio più importanti della città, la "Cesare Ventura", proprio al fine della numerosa presenza di bambini che devono conoscere la storia e farne memoria.

Fonte: Saladellamemoriaheysel.it 

Juventus Club "Valle dei Templi", AGRIGENTO

Il 30 maggio 2015, in occasione del 30° anniversario della tragedia, ad Agrigento, in via XXV aprile, allo Juventus Club "Valle dei Templi" è stata inaugurata una targa commemorativa dedicata alle trentanove vittime di Bruxelles.

Fonte: Saladellamemoriaheysel.it 

"Giardino Vittime dell'Heysel", Grugliasco (TO)

A Grugliasco (TO) in data 26 marzo 2017 il Sindaco Roberto Montà assieme alle autorità locali, all’ Associazione dei Familiari delle Vittime dell’Heysel, ad alcuni dirigenti della Juventus Football Club (Il responsabile del settore giovanile bianconero, Gianluca Pessotto e il presidente del J-Museum, Paolo Garimberti), al Presidente dell’Associazione "Quelli di…Via Filadelfia", oltre che ad una folta rappresentanza della tifoseria juventina, ha inaugurato i nuovi giardini di via Galimberti in Borgata San Giacomo dedicati alla memoria delle 39 vittime dello Stadio Heysel di Bruxelles. L’intitolazione del parco cittadino di Grugliasco è stata promossa dal locale Juventus Club Doc "Alessio Ferramosca & Riccardo Neri" (i due giovanissimi calciatori della Juventus "Primavera", Ferramosca e Neri, annegati tragicamente all’interno dei campi di allenamento a Vinovo nel dicembre 2006. Nel giardino "Vittime dell’Heysel" di Grugliasco, a supporto della palina informativa e del murales che adorna il muro di cinta, lungo il camminamento di ingresso e di uscita del parco saranno installate 39 pietre di inciampo sul manto di asfalto, riportanti i nomi delle 39 vittime del 29.05.1985. Una pietra più grande lavorata riporterà la scritta "+ 39 RISPETTO", in memoria dei caduti.

Fonte: Saladellamemoriaheysel.it 

(ANSA) - TORINO, 29 MAG - Torino ricorda la tragedia dell’Heysel dedicando una piazza ai 39 morti. L’intitolazione nel 33° anniversario, questa mattina, a pochi passi dalla Dora. Un momento importante, dice la sindaca Chiara Appendino, "per diffondere la memoria, che è futuro, per tutta la comunità, non solo torinese". "Con questa piazza Torino vuole aiutare la memoria e il rispetto", sottolinea il presidente del Consiglio comunale, Fabio Versaci, secondo cui lascia l’amaro in bocca sentire e vedere ancora oggi negli stadi inneggiare a quella tragedia". Di "poco rispetto per queste vittime" e della "necessità di educare tutti quelli che amano questo sport bellissimo" parla Gianluca Pessotto, ex calciatore della Juve e ora dirigente, per il quale "far conoscere questa tragedia, anche grazie a questa piazza, aiuterà a migliorare il calcio". "Finora si è fatto ancora troppo poco - conclude Andrea Lorentini, presidente dell’associazione famigliari delle vittime - questa piazza è un gesto concreto che fissa la memoria".

29 maggio 2018

Fonte: Ansa.it 

Comune di Codogno (LO)

 

Codogno intitola una Piazza alle Vittime dell'Heysel

Il comune di Codogno ha deciso d'intitolare una via cittadina alla memoria delle vittime dell’Heysel. La cerimonia di intitolazione si svolgerà il prossimo 29 maggio in occasione del 35esimo anniversario della strage. L’Associazione ringrazia di cuore il sindaco Passerini e l’intera giunta comunale per il tributo alla memoria dei nostri cari.

"Codogno è stato uno dei luoghi simbolo dell’emergenza che abbiamo vissuto in questi mesi. Dal 29 maggio sarà, però, anche uno dei comuni italiani che avrà scelto di ricordare per sempre la tragedia di Bruxelles. Verrà, infatti, intitolata una via in memoria delle vittime dell’Heysel. Ho ringraziato personalmente il sindaco Passerini per questo gesto. "Per noi quel giorno sarà anche un modo per provare a ricominciare facendo memoria per le future generazioni" mi ha detto al telefono. Ci siamo dati appuntamento appena sarà possibile per un’iniziativa insieme coinvolgendo anche le scuole del comune. Da una delle città più ferite, un messaggio di speranza per il futuro. Grazie sindaco, forza Codogno !". Andrea Lorentini (Presidente Associazione Familiari Vittime Heysel)

20 maggio 2020

Fonte: Associazionefamiliarivittimeheysel.it 

Comune di Portomaggiore (FE)

Nel maggio 2017, accogliendo la proposta del consigliere comunale Roberto Badolato, l’Amministrazione di Portomaggiore (FE) "ha intrapreso un percorso per intitolare un parco pubblico della cittadina alle vittime dell'Heysel". La targa commemorativa, posizionata nell'area verde di via Modena (ospitante uno spazio riservato alle attività ludiche dei bambini) è stata inaugurata alle ore 11.00 del 22 febbraio 2020, nel medesimo giorno della partita di campionato Spal-Juventus, al fine di ospitare nell’occasione una rappresentanza della società bianconera, la quale ha inviato sul luogo il Team Manager della Primavera Gianluca Pessotto ed il gonfalone del Club. Ufficialmente invitata alla cerimonia dall’ Assessore ai Lavori Pubblici e allo Sport, Dario Bernardi, anche l’Associazione dei Familiari delle vittime dell'Heysel. Il suo Presidente, Andrea Lorentini, ha ringraziato "profondamente l'intera Giunta per aver dato seguito alla proposta di intitolazione di un parco pubblico alle vittime dell'Heysel", poiché "iniziative di questo tipo servono per tenere viva la memoria e favorire il ricordo soprattutto nelle nuove generazioni".

Fonte: Associazionefamiliarivittimeheysel.it 

Comune di Camerano (AN)

La tragedia dell'Heysel 35 anni dopo:

"Intitolare uno spazio pubblico alle vittime"

Lorenzo Rabini (Fdi) sostiene la proposta dello Juve Club Camerano: "Il Consiglio comunale la approvi, quel giorno allo stadio c'erano tanti cameranesi".

Il 29 maggio del 1985 si giocò allo stadio "Heysel" di Bruxelles, la finale di Coppa Campioni tra la Juventus ed il Liverpool, ma il risultato sportivo di quella notte fu niente al confronto della tragedia che colpì il mondo dello sport che assistette poco prima dell'inizio gara, ad una incredibile bagarre scatenata dai tifosi inglesi in una parte dello stadio che purtroppo era adiacente a quella dove vennero posizionati anche moltissimi tifosi bianconeri (la tifoseria organizzata della Juve era dall'altra parte dello stadio). L'assalto degli hooligans inglesi scatenò una ressa incredibile, tanto che crollò un muro della gradinata per il troppo peso delle persone che si erano accalcate per tentare la fuga verso il campo di gioco o cercando di saltare addirittura il muro stesso della famigerata "curva Z". Uomini e donne, famiglie, ragazzini schiacciati uno sopra l'altro per tentare la fuga ma, senza saperlo, lanciati, purtroppo verso la morte. Morirono 39 persone di cui 32 Italiani e 600 fu la somma dei feriti dopo il crollo del muro. "Lo Juventus Club Camerano Bianconera, la cui bellissima ed accogliente sede (oltre 100 posti per i soci) fu inaugurata dal sindaco Del Bello nel marzo del 2018, in via Pacinotti, all'interno dello stabile dell'Hotel Tre Querce, ha già da tempo inviato al Comune di Camerano una proposta per intitolare uno spazio pubblico (parco, area verde o altro), proprio al ricordo delle vittime dell'Heysel - dichiara Lorenzo Rabini, capogruppo di Camerano Operazione Futuro - Vorrei ricordare che in quella tragica occasione, molti furono anche i cameranesi presenti allo stadio della tragedia, fortunatamente tutti ritornarono a casa, ma la paura di quei momenti resterà indelebile così come la fortissima preoccupazione delle famiglie. Credo dunque - conclude Rabini - che sia giunto il momento che il Consiglio comunale possa discutere ed approvare un ordine del giorno sulla proposta formulata dallo Juve Club: sarebbe un gesto di grande sensibilità sportiva ed umana, qui non è in gioco certo la faziosità o il tifo, ma semplicemente la voglia di una memoria condivisa per non dimenticare quanto accaduto e trarne lezioni di sportività e di vita".

27 maggio 2020

Fonte: Anconatoday.it 

ALTRI LUOGHI DEDICATI ALLE VITTIME

PARCHI, PIAZZE e VIE

Piazzale Palacaselle Arezzo (Giuseppina Conti)

Piazzale Stadio Comunale Arezzo (Roberto Lorentini)

Parco Comunale Puianello (Claudio Zavaroni)

STADI, CAMPI e CENTRI SPORTIVI

Campo Sportivo Mesagne (Alberto Guarini)

Stadio Comunale Todi (Franco Martelli)

Campo Sportivo Casette (Gianni Mastroiaco)

Centro Sportivo Moncalieri (Domenico Russo)

Tribuna Stadio "Mirabello" Reggio Emilia (Claudio Zavaroni)

Palestra Scuola "Antonio Zanelli" Reggio Emilia (Claudio Zavaroni)

TARGHE COMUNALI

Stadio "Valle Anzuca" Francavilla al Mare (Rocco Acerra e Nino Cerullo)

Stadio Comunale Ponsacco (Giancarlo Gonnelli)

Stadio "Rino Mercante" Bassano del Grappa (Mario Ronchi e Amedeo Spolaore)



www.associazionefamiliarivittimeheysel.it  Domenico Laudadio  ©  Copyrights 2015  (All rights reserved)