Privacy Policy Cookie Policy
Io Ti Rispetto 21.04.2022
www.associazionefamiliarivittimeheysel.it
"IO TI RISPETTO"  21.04.2022  CICCIO GRAZIANI
   "Io Ti Rispetto"   Eventi   NEWS   Comunicati   Cerimonie   Monumenti   Luoghi in Memoria  


ISTITUTO "VALDARNO"  SAN GIOVANNI VALDARNO

Francesco Graziani in Valdarno come testimonial del progetto

"Io ti rispetto": per la comunicazione dei valori educativi dello sport

di Martina Giardi

Francesco Graziani a San Giovanni Valdarno per il primo appuntamento del progetto "Io ti rispetto": l’iniziativa per la diffusione e la comunicazione dei valori educativi dello sport, nata dall’Associazione familiari vittime dell’Heysel, che prevede due incontri che si svolgono nelle scuole superiori del Valdarno, in collaborazione con il Panathlon Club Valdarno Superiore e con il patrocinio di Provincia di Arezzo e Comitato regionale toscano Coni.

Si è svolto questa mattina presso il Centro di GeoTecnologie, il primo appuntamento dell’iniziativa "Io ti rispetto" che ha l’obiettivo, attraverso il diretto coinvolgimento delle Istituzioni scolastiche di valorizzare la prevenzione ed il contrasto al bullismo, l’adozione di corretti stili di vita, il riconoscimento dei valori del fairplay, l’acquisizione di comportamenti basati sul rispetto delle persone e delle regole, il contrasto al tifo violento, al doping ed al disagio giovanile; l’inclusione attraverso lo sport ed infine la sicurezza nella pratica sportiva. Il primo testimonial è stato il popolare Francesco Graziani, campione del mondo in Spagna nell’82, allenatore del Montevarchi nel 2003/04 ed oggi popolare commentatore televisivo.

Francesco Graziani: "Parlare con i giovani è sempre molto bello e gratificante, anche perché loro sono il futuro; quindi aiutarli attraverso l’esperienza accumulata negli anni e una testimonianza reale, può essere importante per loro. Io mi fido tanto dei giovani, solo che spesso c’è tanta superficialità ed è per questo che alcune frange diventano un problema. Oggi parliamo anche di bullismo e dobbiamo essere bravi tutti per far capire quanto sia negativo questo tipo di comportamento e quanto sia negativo il fatto che non ci sia rispetto". L’invito di Graziani ai giovani è quello di: "Prendere coscienza di sé stessi dicendosi di voler essere un esempio di rispetto e legalità e se c’è l’occasione, di lottare insieme ad altri in questa direzione, come una squadra di calcio, per migliorare qualcosa; per migliorare il mondo".

Andrea Lorentini dell’Associazione familiari vittime dell’Heysel spiega come partendo dalla memoria della strage di Heysel che ha riguardato da vicino la comunità aretina, si possa far riflettere i giovani su come l’annientamento dei veri valori dello sport, a cominciare dal rispetto dell’altro, possa portare a conseguenze drammatiche: "Un progetto come questo va nella direzione di educare i ragazzi ai valori dello sport. Lo facciamo attraverso la memoria e facendoli riflettere sul modo in cui lo sport va vissuto, attraverso il racconto di alcuni testimonial dello sport che hanno vissuto delle parabole ad altissimi livelli. Il prossimo incontro sarà con Lara Mori a Montevarchi".

Alberto Melis, delegato provinciale Coni: "Questo progetto a cui il Coni tiene molto, è importante nel percorso educativo nel percorso formativo dei nostri ragazzi. Siamo in un ambiente dedicato allo sport in cui c’è un percorso pedagogico da parte della scuola; poi c’è un percorso che questi ragazzi fanno nelle proprie società sportive e dunque riteniamo che sia importante fermarsi a riflettere su quelli che sono i valori dello sport. Probabilmente i nostri ragazzi non si rendono conto fino in fondo dell’importanza che questi valori hanno nella loro crescita ed è giusto aiutarli a prendere consapevolezza".

21 aprile 2022

Fonte: Valdarnopost.it (Testo e Fotografia)

"Io ti rispetto" Francesco Graziani incontra gli

studenti dell’Isis Valdarno. Fair play e bullismo

di Giovanni Bizzarri

Al via stamani al Centro di Geotecnologie di San Giovanni la prima edizione del progetto "Io ti rispetto" che ha visto la presenza degli studenti dell’Isis Valdarno. Nelle prossime settimane saranno coinvolti anche il liceo "Benedetto Varchi" di Montevarchi, l’istituto "Fossombroni Buonarroti" di Arezzo e il Liceo Scientifico "Francesco Redi" di Arezzo. L’obiettivo finale è quello di trasmettere ai ragazzi determinati valori sportivi come la prevenzione ed il contrasto al bullismo, l’adozione di corretti stili di vita, il riconoscimento dei valori del fair play e l’acquisizione di comportamenti basati sul rispetto delle persone e delle regole. A parlare ai ragazzi, testimonial dello sport, che racconteranno le loro esperienze. Stamani, a San Giovanni, il campione del mondo di Spagna ’82 Francesco Graziani. A moderare il dibattito, che ha visto anche domande degli studenti, il nostro collega Giustino Bonci.

21 aprile 2022

Fonte: Valdarno24.it

Video: ValdarnoPost - Valdarno24.it

 

Grandi sportivi incontrano gli studenti delle

scuole superiori del Valdarno in nome del fair-play

Francesco Graziani e Lara Mori testimonial per l'iniziativa "Io ti rispetto" dell'associazione familiari vittime dell'Heysel.

Grandi sportivi incontrano gli studenti delle scuole superiori in nome del fair-play. L'iniziativa si chiama "Io ti rispetto" e mira alla promozione di progetti per la diffusione e la comunicazione dei valori educativi dello sport. Con il diretto coinvolgimento delle Istituzioni scolastiche e di sportivi del territorio come testimonial, vengono valorizzati la prevenzione al contrasto del bullismo, l'adozione di corretti stili di vita, il riconoscimento del valore del fair-play, il rispetto delle regole sportive, il contrasto del tifo violento e del doping nello sport. L'idea, nata dall'associazione familiari vittime dell'Heysel, prevede due incontri che si svolgono nelle scuole superiori del Valdarno, in collaborazione con il Panathlon Club Valdarno Superiore e con il patrocinio di Provincia di Arezzo e Comitato regionale toscano Coni. Il primo giovedì 21 aprile alle ore 10 presso l'Isis Valdarno di San Giovanni Valdarno con il popolare Francesco Ciccio Graziani, campione del mondo in Spagna nell'82 ed oggi popolare commentatore televisivo. Modera il giornalista Giustino Bonci. Il secondo si svolge martedì 26 aprile presso l'Isis Benedetto Varchi di Montevarchi con la ginnasta Lara Mori, olimpionica di Tokio 2020. Modera il giornalista Marco Corsi. Prenderanno parte agli incontri per il Panathlon Club Valdarno Superiore, il presidente Siro Pasquini e la vicepresidente Manuela Bagnolesi. Negli altri incontri nelle scuole superiori di Arezzo, in collaborazione con il Panathlon Club Arezzo, appuntamenti con Daniele Bennati, ciclista e neo Commissario tecnico della Nazionale di ciclismo, e con Emanuele Giaccherini, ex calciatore di Juventus e Nazionale.

20 aprile 2022

Fonte: Arezzonotizie.it

Fotografia: Valdarnopost.it


www.associazionefamiliarivittimeheysel.it  Domenico Laudadio  ©  Copyrights 2015  (All rights reserved)